Italia-Ungheria, Barella: “Dispiace per come è andato con la Macedonia”

Il centrocampista ha ancora un grosso rimpianto per la gara contro la Macedonia.

06/06/2022

20:40

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by Mike Hewitt/Getty Images)

Nicolò Barella, centrocampista dell’Italia, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro l’Ungheria in Nations League. Di seguito le sue parole riprese da TMW.

Italia-Ungheria, le parole di Barella in conferenza

Italia Ungheria Barella
(Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Ci sono tanti ragazzi, come Locatelli, Frattesi o Esposito, che rappresentano il presente e il futuro della Nazionale, non solo io e Tonali. Io che ora sono tra i più esperti cerco di trasmettere ciò che ci ha trasmetto il mister in questi anni“.

LEGGI ANCHE: Mercato Lazio, Romagnoli a un passo: si lavora sull’ingaggio

E’ stato per te un anno di gioie e dolori, come lo giudichi?

Dispiace tanto non aver vinto lo Scudetto e il Mondiale, ma sarebbe troppo facile se tutto andasse bene. La sofferenza a volte ti fortifica più delle vittorie: da quando ho iniziato ho avuto tante delusioni e tante giornate di gioia, cerco però da ogni situazione di apprendere più che posso“.

Sei tra quelli che hanno deciso di non tornare a casa?

“Non sono tra quelli a cui il mister ha dato il permesso di andare a casa e poi quando indossi questa maglia tutto passa in secondo piano, anche se c’è stanchezza vieni a giocare lo stesso”.

Tra i tifosi prevale l’entusiasmo per l’Europeo o la delusione per il Mondiale?

“Il pubblico possiamo solo ringraziarlo, hanno sempre riempito gli stadi e domani cercheremo di vincere per loro”.

Tra di voi parlate di questa Nations League e che idea avete su queste gare a fine stagione?

“Non sta a me dire se è superfluo, è esagerato o si poteva fare a meno di queste gare. Siamo in un periodo dell’anno in cui s’è giocato tanto e sicuramente è un impegno ma vestire questa maglia è un onore, mai un peso. Se c’è da giocare io gioco e così anche i miei compagni”.

Perché l’Italia non riesce a portare avanti quanto fatto durante l’Europeo e s’è bloccata nella qualificazione Mondiale? Cosa sai dell’Ungheria?

“La non qualificazione al Mondiale dipende da un girone in cui abbiamo dominato tutte le partite, ma ci sono stati episodi che non ci sono girati a favore… Ma vuol dire che non ci meritavamo di andare al Mondiale o non era il nostro momento. Dispiace per la sfida contro la Nord Macedonia, probabilmente dovevamo vincere 3 o 4-0. Mi dispiace, non so dare una spiegazione. Cercheremo di fare di tutto per andare al prossimo. Per quanto riguarda l’Ungheria, l’ho seguita anche agli Europei: ha aperto un ciclo con mister Rossi, è molto compatta e con la nostra qualità cercheremo di vincere questa partita”.

Che giocatore è Salvatore Esposito?

“E’ un ragazzo che ha grandissima qualità. Gli serve poter sbagliare, come è servito a me, e fare le sue esperienze. Ma sono sicuro che in futuro potrà dare tanto alla Nazionale: gioca in un ruolo in cui sbagliare può compromettere tanto, ma ha bisogno di crescere e con la maturità per me diventerà un giocatore molto importante per questa Nazionale”.

Correlati

20:02

06/06/2022

Il commissario tecnico della Nazionale Roberto Mancini è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro...

Il commissario tecnico della Nazionale Roberto Mancini è intervenuto in conferenza...

20:02

06/06/2022

19:24

06/06/2022

Non ci sarà il rinnovo di contratto tra Dries Mertens ed il Napoli. Il belga ed il club partenopeo stanno dunque per dirsi...

Non ci sarà il rinnovo di contratto tra Dries Mertens ed il Napoli. Il belga ed il...

19:24

06/06/2022

Nazionali

20:40

23/06/2022

La FIFA ha annunciato ufficialmente l’allargamento delle rose delle varie Nazionali per i Mondiali di Qatar 2022 da 23 a 26...

La FIFA ha annunciato ufficialmente l’allargamento delle rose delle varie...

20:40

23/06/2022

14:51

23/06/2022

Duecentosettantacinque presenze con i club, quaranta presenze con la nazionale; numeri che fanno pensare a un calciatore se non a...

Duecentosettantacinque presenze con i club, quaranta presenze con la nazionale;...

14:51

23/06/2022