Juventus, avanti con Allegri. Ma intanto un nome si scalda…

Il presidente Agnelli ha confermato la fiducia nel tecnico livornese, che però è tutt'altro che saldo.

20/09/2022

21:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Simone Arveda/Getty Images)

La Juventus conferma Massimiliano Allegri. Almeno, questa è la volontà di Andrea Agnelli, che pur non essendo soddisfatto dell’andamento della squadra – ovviamente -, ha ribadito la fiducia nel tecnico livornese. Qualcosa però potrebbe cambiare il prossimo 23 settembre, quando si riunirà il Consiglio d’Amministrazione bianconero. Ed un nome si scalda.

pochettino juventus
(Photo by David Ramos/Getty Images)

Juventus, se salta Allegri nasce l’idea Pochettino

Esonerare Massimiliano Allegri costerebbe molto, alle già sofferenti casse bianconere. Però una stagione disastrosa dal punto di vista sportivo potrebbe essere ancor più deleterio. Ecco perché in casa Juventus si continua a ragionare sul futuro in panchina. Il livornese ha incassato la fiducia di Andrea Agnelli, anche se il presidente ha tutt’altro che gradito le prestazioni in campo della squadra. Da tempo Pavel Nedved, il vicepresidente, caldeggia invece il licenziamento di Allegri, con il quale il feeling si è raffreddato – o forse non c’è mai stato – creando una vera e propria spaccatura all’interno della dirigenza.

LEGGI ANCHE: Juventus, bilancio in profondo rosso: passivo di 250 milioni

Dunque, avanti con l’allenatore attuale. Anche se il CdA convocato per il 23 settembre potrebbe cambiare le carte in tavola. Si stima che il prossimo bilancio si concluderà con un pesantissimo -250 milioni. E sarebbe inaccettabile che questa cifra possa venire ulteriormente aumentata in negativo con il mancato raggiungimento di alcuni obiettivi sportivi basilari – come il già compromesso passaggio agli ottavi di Champions League. Ecco quindi che alcuni nomi emergono, nell’eventualità di un cambio. Uno dei profili più caldi, rilanciato dal quotidiano La Repubblica, è quello di Mauricio Pochettino.

L’argentino è ancora libero dopo l’esonero dal Paris Saint-Germain di questa estate e sarebbe un’idea non nuova, visto che l’ex Tottenham era uno dei papabili a sostituire Allegri già nel 2019 – quando poi venne scelto Maurizio Sarri. Sullo sfondo restano le ipotesi Paulo Sousa e Paolo Montero, mentre sono solo sogni – almeno per ora – le piste Thomas Tuchel e Zinedine Zidane.

Correlati

19:50

20/09/2022

Sono state rese note le tempistiche in cui il nuovo stadio di San Siro prenderà vita. Calcio&Finanza ha visionato i...

Sono state rese note le tempistiche in cui il nuovo stadio di San Siro prenderà...

19:50

20/09/2022

19:40

20/09/2022

L’attaccante dell’Espanyol, Martin Braithwaite, è tornato a parlare del suo addio al Barcellona, specificandone i...

L’attaccante dell’Espanyol, Martin Braithwaite, è tornato a parlare del...

19:40

20/09/2022