Connect with us

Serie A

Juventus-Bologna, De Leo: “Volevamo fare un regalo a Mihajlovic”

Published

on

De Leo Juventus-Bologna

Termina sul punteggio di 1-1 la partita tra Juventus e Bologna I rossoblù hanno conquistato un punto importantissimo grazie al gol di Arnautovic, poi riagguantato da Vlahovic. Al termine di Juventus-Bologna ha parlato il vice allenatore Emilio De Leo ai microfoni di Dazn. Di seguito le sue parole.

De Leo su Juventus-Bologna

“Sicuramente è stata una reazione importante. Sarebbe stato bello vincere, ma penso che la grande prestazione poteva diventare un’impresa, ma rimarrà nel cuore dei tifosi comunque”. 

Cosa ha detto Mihajlovic al termine di Juventus-Bologna?

“La squadra era rammaricata. Ci teneva a vincere e fare il regalo di pasqua al Mister. Sinisa si è congratulato con la squadra per lo sforzo. Ha detto che sarebbe stata bella la vittoria per la squadra ed era orgoglioso”. 

La reazione della squadra in campo senza Mihajlovic

“Loro si stanno assumendo grandi responsabilità, un attaccamento importante. Stanno seguendo il percorso del nostro allenatore, i nostri valori umani si vedono nelle difficoltà. Siamo dovuti uscire dalla nostra zona di comfort, il nostro è un gruppo sano con entusiasmo e si vede in campo”.

Come sostituirete Medel dopo l’espulsione?

“Dovremo trovare un assetto. Mai come questa volta non abbiamo preoccupazioni, la squadra è completamente calata, ognuno è responsabilizzato e vuole sfruttare le ultime opportunità. Siamo sereni”.

Il coraggio della squadra

“Giocare al cospetto di squadre così forti cercando solo di serrare i ranghi.. alla lunga il gol lo prendi. Noi invece siamo forti, liberi di testa, ognuno crede nel proprio compagno di squadra. Non abbiamo timori e siamo positivi anche quando dobbiamo ribaltare il fronte. Questo è il segreto”.

Il movimento a decentrarsi di Arnautovic è codificato?

“Lui ama toccare la palla e diventare rifinitore, lo sfruttiamo. Quando perdiamo l’attaccante centrale, se fa il gioco tra le linee., dobbiamo essere bravi ad inserirci in profondità. In questo momento lo stiamo facendo bene per me”.