Juventus, Pogba in Pogbmentary: “Ho delle scelte da prendere”

Juventus, le parole di Pogba nel documentario a lui dedicato. "A Manchester ho creato una famiglia, ma devo scegliere il mio futuro".

17/06/2022

13:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by OLI SCARFF/AFP via Getty Images)

Il centrocampista ormai ex Manchester United e prossimo al ritorno alla Juventus Paul Pogba, ha espresso pensieri e parole riguardo al suo futuro e alla sua carriera all’interno di “Pogmentary”, un documentario a lui dedicato e in uscita oggi sull’edizione francese di Amazon Prime. Le dichiarazioni riportate dal portale juventusnews24.

Juventus Pogba
(Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

Juventus, Pogba: “Anni indimenticabili a Manchester, ma ora devo scegliere per il mio futuro”

Mi chiamo Paul Pogba, gioco nel Manchester United, uno dei migliori club del mondo. Qualche anno fa ho vinto il Mondiale con la Francia. Voglio essere d’élite, un top class. Sono a un punto di svolta della mia carriera, ho una grande decisione da prendere. Una decisione che determinerà il mio futuro. Non posso fare errori, sono nato pronto. Pronto a cadere, a tornare, a combattere e a vincere“.

LEGGI ANCHE: Mercato Juventus: Pogba entro i primi di luglio, Di Maria più lontano

La carriera prevede molti sacrifici. Ho lasciato casa a 16 anni, famiglia, amici  e la Francia per andare a Manchester. Ero in un nuovo paese, non conoscevo nulla, non parlavo nemmeno la lingua. Avevo una famiglia affidataria, delle brave persone mi hanno accolto e fatto sentire accolto. Non avevo molti amici all’inizio e lì c’era un’altra mentalità. Tutti i giovani volevano giocare nel Manchester United e all’inizio nessuno ti aiutava, ma questo mi ha fatto crescere. Ho fatto tutto da solo, l’unico pensiero era giocare bene e diventare un professionista. Dovevo mettermi alla prova e guadagnarmi il rispetto dello spogliatoio. Sono stati anni indimenticabili“.

Dodici anni dopo sono ancora a Manchester, giocando per lo stesso club. In questa città, ho creato una famiglia. La famiglia è tutto, io amo passare il tempo con la mia famiglia e i miei amici. Ho scelto la vita, una famiglia e i figli. Il calcio è bello, ma un giorno finirà. Però non smetterò di essere un padre. Non voglio essere perfetto, ma il miglior padre e marito possibile. Ho delle scelte da prendere. Ho ancora un anno di contratto e tutto puà accadere“.

Correlati

07:30

17/06/2022

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta in prima pagina nei giornali sportivi esteri di...

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta in...

07:30

17/06/2022

07:00

17/06/2022

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta, come ogni mattina, in prima pagina! Alla scoperta...

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta, come...

07:00

17/06/2022