Llorente: ci prova lo Spezia, ci pensa la Juve

26/09/2020

11:30

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

Fernando Llorente. Centonovantatre centimetri di punta centrale. Un pilastro spagnolo che farebbe comodo a qualsiasi allenatore, tranne che a Gennaro Gattuso. Con il tecnico calabrese, l’ex Tottenham non ha mai trovato spazio al centro dell’attacco del Napoli. Gattuso gli ha sempre preferito Mertens o Milik. E così, se con Ancelotti, ad inizio della scorsa stagione azzurra, Llorente poteva avere un senso nella squadra partenopea, con partite importanti giocate sia in campionato che in Champions League, a poco a poco lo spagnolo ed il Napoli hanno iniziato a perdere quel feeling creatosi inizialmente.

A 35 anni Fernando Llorente non ha voglia di passare un’altra stagione in panchina. Per questo sta valutando le alternative, ed il Napoli sarebbe ampiamente disponibile a lasciarlo partire gratuitamente, risparmiando il suo lauto ingaggio: 2,5 mln € netti più eventuali bonus.

Ingaggio importante, che frena i sogni delle squadre che ci stanno facendo un pensierino. Come lo Spezia che vorrebbe regalare al tecnico Vincenzo Italiano un attaccante di peso e di spessore. Per questo i liguri, neopromossi in Serie A, ieri hanno fatto un tentativo con il Napoli. Come detto gli azzurri sono disponibili a cedere l’attaccante spagnolo, ma è lo stesso giocatore che va convinto ad accettare la destinazione Spezia, sicuramente con uno stipendio ridimensionato. Difficile. Per questo i bianconeri di Liguria hanno in caldo l’alternativa Federico Santander. L’attaccante del Bologna sarebbe sul mercato in caso di arrivo in Emilia di Supryaga.

Non c’è, però, solo lo Spezia su Llorente. E per questo lo spagnolo considera la destinazione ligure sono una remota ultima spiaggia. Sullo spagnolo, infatti, c’è anche la Juventus che, viceversa, considera Llorente un’alternativa all’obiettivo principale che si chiama Moise Kean. Trattativa non facile quella con l’Everton per l’attaccante della Nazionale. Per questo Paratici pensa a quello che è un altro ex Juventus, quel Fernando Llorente acquistato dai bianconeri nel 2013 dall’Athletic Club per 20mln€.

Llorente lasciò poi la Juve a parametro zero nel 2015, accasandosi al Siviglia, ma lasciando un bellissimo ricordo a Torino e nello spogliatoio bianconero. Per questo Paratici non disprezzerebbe il ritorno in Piemonte dell’attaccante basco e Pirlo ha comunque bisogno di completare il reparto.