Manchester United, ten Hag umiliato dal Brentford: “Non è possibile”

Il tecnico olandese commenta la batosta subita dai Red Devils: "Sono sorpreso, non pensavo fosse possibile una partita così".

14/08/2022

13:40

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

AMSTERDAM, NETHERLANDS - APRIL 09: AFC Ajax Head Coach / Manager, Erik ten Hag looks on during the Dutch Eredivisie match between Ajax Amsterdam and Sparta Rotterdam at Johan Cruijff Arena on April 09, 2022 in Amsterdam, Netherlands. (Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

Erik ten Hag non si aspettava di partire così male con il Manchester United. Due sconfitte nelle prime due gare, con un’umiliazione subita sul campo del Brentford che ha dell’inspiegabile. Il duro commento del tecnico olandese.

United, ten Hag: “Avrei fatto altri cambi se fosse stato possibile”

Due sconfitte nelle prime due gare di Premier League, come successo solo oltre 100 anni fa, nel 1921, quando a fine stagione il Manchester United retrocesse in seconda divisione. L’inizio di Erik ten Hag sulla panchina dei Red Devils è terribilmente complicato. A Brentford è arrivata un’umiliazione che ha pochi precedenti: 4-0, maturato già dopo i primi 35 minuti di gioco. “Non è possibile che una squadra come il Manchester United prenda quattro gol in 35 minuti. I giocatori devono saperlo” dichiara il tecnico olandese ai microfoni della BBC. All’intervallo sono state tre le sostituzioni, nella speranza di cambiare qualcosa: “Avrei potuto cambiare tanti altri. Ho fatto le sostituzioni a fine primo tempo perché siamo una squadra e posso farlo, non penso che Martinez abbia tutte le colpe“.

La squadra non ha risposto nelle prime due giornate: “Devo capire perché si commettano errori del genere. Non è ammissibile per professionisti del nostro livello. Mi sembra evidente che questa squadra abbia bisogno di innesti ma non è il momento di concentrarsi sul mercato. Occorre prima lavorare come squadra e farsi trovare pronti per i prossimi impegni“.

Il risultato e la prestazione sono inaccettabili: “Sono sorpreso, non pensavo potessimo partite così. Non è possibile. Dobbiamo prenderci le responsabilità, mi dispiace davvero molto per i tifosi. Ci danno tutto e noi li lasciamo andare a terra“. Concludendo così: “Lo United è in grado di vincere contro il Brighton e il Brentford, ma non c’è riuscito. Dunque credo sia necessario interrogarsi e prendersi la responsabilità di queste prime due partite anche se sono io il primo colpevole“.

Correlati

18:23

13/08/2022

Il sabato pomeriggio di calcio ha visto scendere in campo le squadre della Premier League. Alle 16:00, sono andati in scena...

Il sabato pomeriggio di calcio ha visto scendere in campo le squadre della Premier...

18:23

13/08/2022

Il calciomercato entra nel vivo, in Italia ma anche all’estero. Ecco il tabellone completo degli affari ufficiali conclusi...

Il calciomercato entra nel vivo, in Italia ma anche all’estero. Ecco il...

19:18

01/09/2022