Mercato Napoli: sensazioni positive per Deulofeu, ma serve cedere

Il Napoli si avvicina lentamente a Deulofeu, ma prima ha bisogno di operare delle cessioni: Politano uno dei primi indiziati.

12/06/2022

12:20

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Emmanuele Ciancaglini/Getty Images)

Il mercato del Napoli trova nelle cessioni il carburante per poter rinnovare, e possibilmente migliorare, la squadra in vista della prossima stagione. Uno dei profili più seguiti dai partenopei nell’ultimo periodo è certamente Gerard Deulofeu, ex attaccante del Milan ora in forza all’Udinese. Lo spagnolo è reduce da un’ottima stagione in Friuli Venezia Giulia, e non ha mai nascosto il suo desiderio di alzare l’asticella e approdare verso “più splendenti lidi”. Gli azzurri sono fortemente interessati a lui in quanto rispecchia delle caratteristiche molto affini alle idee di Spalletti, quali le capacità nell’1v1 ed una qualità tecnica di rilievo.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, il giocatore preferirebbe il Napoli rispetto alle altre offerte ricevute dalla Spagna, in modo da giocare la Champions League, ed il suo procuratore, non molto tempo fa, ha manifestato grande entusiasmo verso l’ipotesi partenopea.

LEGGI ANCHE: Mercato Inter: il PSG piomba su Skriniar, ma c’è una distanza di 20 milioni

(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Mercato Napoli, Deulofeu ipotesi sempre più concreta: il punto

L’interesse del Napoli c’è ed è innegabile, ma le politiche azzurre in ottica mercato le conosciamo benissimo, e per poter piazzare l’affondo decisivo ai partenopei occorre prima cedere. Uno dei maggiori indiziati a lasciare il progetto nella prossima stagione è Matteo Politano, per il quale tuttavia non sono state ancora recapitate offerte concrete. Il calciatore, secondo alcune fonti, piace molto a Valencia, in quanto il neo allenatore Gennaro Gattuso è da sempre un suo grande estimatore. La situazione attuale è quindi abbastanza rischiosa, visto che se il Napoli non dovesse far cassa, le squadre spagnole sarebbero pronte a giocare al rialzo ed a bruciare la concorrenza.