Connect with us

Serie A

Mister, io voglio andare in prestito: vuole lasciare il Milan l’ultimo giorno | Pioli ci resta malissimo

Published

on

Milan Pioli - ansa - calcioinpillole

Il mercato invernale del Milan potrebbe chiudersi con altre due operazioni: una in entrata ma anche una in uscita.

Giorni tesi a Milanello. Il pari interno con il Bologna ha visto forse spegnersi le residue fiammelle di speranza di poter competere per lo scudetto. Ma al di là dei risultati è l’aria che si respira attorno a Stefano Pioli a non promettere nulla di buono.

Troppi nomi si stanno facendo su questo Milan: Teleombardia ha tirato fuori addirittura Antonio Conte, che avrebbe dato il placet all’operazione, con la benedizione di Zlatan Ibrahimovic. Ma quello del salentino non è l’unico nome che attualmente gravita sopra il club rossonero.

Secondo Sky, la dirigenza del Diavolo avrebbe in testa anche altri profili, diversi da quelli dell’ex manager del Tottenham. E, a prescindere da chi sono, fa capire che l’avventura di Stefano Pioli al Milan si dirige dritta verso il capolinea. I profili?

Il primo è proprio Thiago Motta, l’allenatore del Bologna uscito indenne per due volte in campionato, pareggiando sempre 2-2 (in rimonta) sia contro l’Inter sia contro il Milan, estromettendo addirittura la Beneamata dalla Coppa Italia grazie a quell’incredibile blitz ai supplementari. Altro profilo che interessa al Milan sarebbe quello da Raffaele Palladino, un allenatore in hype in Italia.

Prima l’oggi poi il domani

La dirigenza rossonera, comunque, avrà tempo per scegliere eventualmente se restare con Stefano Pioli o, più probabilmente, iniziare un nuovo ciclo. Prima del domani c’è l’oggi. E al Milan serve un difensore, perché il buon Gabbia non basta come centrale.
Moncada avrebbe deciso di insistere per Merih Demiral, ex Sassuolo, Juventus e Atalanta, volato in estate in Arabia Saudita per indossare la maglia dell’Al-Ahli.

Trattativa difficile, dicono da Sky, anche se il difensore turco ha ammiccato a un possibile ritorno in Italia.

Marco Pellegrino - IG - calcioinpillole

Marco Pellegrino, difensore del Milan – foto fonte account IG Pellegrino – calcioinpillole

Arrivederci e grazie

Chi nel Belpaese non si è mai ambientato è Marco Pellegrino, difensore mancino classe 2002, di Buenos Aires, arrivato la scorsa estate dal Platense titolo definitivo per circa tre milioni di euro. Il Milna lo ha blindato con un quinquennale: esordio in casa del Napoli, poco altro.

L’argentino non ha mai convinto Pioli, complice anche l’infortunio e potrebbe lasciare Milanello già in questa finestra di calciomercato. Tramontate le piste estere che portavano in Spagna al Cadice ma anche in Belgio all’Anderlecht, scese le quotazioni dell’Hellas Verona, Marco Pellegrino può continuare la sua carriera in Italia sempre in Serie A, oppure tra i cadetti. Il sondaggio della Salernitana è di quelli importante, anche la Samp però lo vorrebbe prendere in prestito.