Connect with us

Calciomercato Italia

Pagano la clausola rescissoria già in Primavera: Ibrahimovic chiude il primo colpo da dirigente | 17.5 milioni di euro

Published

on

Zlatan Ibrahimovic

Il Milan comincia a vedere i frutti del lavoro di Zlatan Ibramovic. Ecco cosa sta facendo il nuovo super consulente della proprietà rossonero.

Un arrivo in ritardo, era a Miami per un viaggio già prenotato. Una comparsata nella sua Sanremo, dove ha già dato spettacolo ed è tornato per dare il la al 74esimo Festival della Canzone italiana. Ora Zlatan può immergersi nel suo nuovo lavoro.

Advisor del Milan. Ma che vuole dire? Zlatan è stato ingaggiato direttamente da Gerry Cardinale, potrebbe essere identificato come un consulente ad ampio raggio, con grandi poteri. Non ha impegni quotidiani, un jolly da giocarsi su più tavoli.

Ibra è una presenza quasi fissa nel centro sportivo rossonero. Assiste agli allenamenti e si confronta con Pioli, parla tantissimo con i suoi ex compagni di squadra, Giroud alla Gazzetta ha spiegato che è il ponte tra RedBird e la squadra, “ci connette con la proprietà senza sovrapporsi a Pioli”.

Un Ibra advisor onnisciente, i suoi compiti escono dal rettangolo di gioco. Ibra non ha un ufficio a Casa Milan, ma per lui le porte della sede sono sempre aperte: lì Zlatan si confronta con pressoché tutte le aree del club. Mentre cresce sempre di più il suo coinvolgimento nelle operazioni commerciali e di marketing: il suo è un punto di vista prezioso anche in questo senso. Altro che uomo immagine. E stop.

Ibrahimovic e il calciomercato del Milan

Consigli di mercato? Se serve, why not? E in tal senso lo svedese avrebbe ammiccato a un possibile rinforzo di mercato. Poteva venire già a gennaio Serhou Yadaly Guirassy, attaccante francese naturalizzato guineano, attaccante dello Stoccarda in hype.

Prodotto delle giovanili del Laval, muove i suoi primi passi al Lille, l’Auxerre è l’ultima squadra dello Championnat de France, prima del passaggio in Bundesliga, dove esplode letteralmente. Il Colonia lo prende per quasi quattro milioni di euro.

Serhou Yadaly Guirassy

Serhou Yadaly Guirassy, stella dello Stoccarda – ansa – calcioinpillole

Crescita e ascesa

In Bundesliga resta due anni, nella prima stagione gioca poco a causa di un problema al ginocchio destro, nella seconda trova la sua posizione, esterno d’attacco: 12 reti in 51 partite, per cominciare. A fine stagione viene acquistato dall’Amiens per sei milioni di euro facendo ritorno in Francia, salterà comunque tutta la prima stagione a causa di un’operazione al ginocchio.

L’Amiens retrocede, lo prende il Rennes, ma il suo futuro è ancora in Bundesliga: lo Stoccarda lo prende in prestito con obbligo di riscatto a 15 milioni di euro. In terra renana segna 12 reti in 24 partite. Quest’anno è già a quota 17, meglio di lui solo Harry Kane. Il Milan proverà a prenderlo a giugno. Con un Ibra in più nel motore.