Piero Angela, la scienza nel calcio: l’amore per la Juventus e il “Derby del cuore” con suo figlio

Piero Angela ha raccontato la scienza per 70 anni. In RAI dal 1952, tanta cultura e altrettanta storia. Anche nel calcio.

13/08/2022

17:15

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

Piero Angela, la passione per la Juve e l'amore per il calcio

Piero Angela, capelli argentei, eleganza e consapevolezza. Persino al momento del trapasso: una lucidità che ha conservato da divulgatore qual era e ha saputo essere. La consapevolezza di capire che aveva fatto – e bene – la propria parte per l’Italia ma soprattutto per sé stesso. Nell’ultimo saluto agli estimatori parla delle “cose che ha imparato e ha restituito”. Potrebbe parlare di sé, alla fine si tratta di un commiato, ma volge l’attenzione agli altri: un atto d’amore – l’ennesimo – che racchiude un’epoca lunghissima in cui è stato protagonista anche e soprattutto con la sua gentilezza.

Senza quest’ultima non potrebbe esserci cultura: senza umiltà non c’è sapere. Ce lo insegna Socrate e Angela continua su quelle orme. Concetti di altruismo e capacità che arrivano e sono alla base (anche) del calcio spettacolo. Il giornalista e conduttore, pur avendo confidenza con storia e scienze, non ha mai disdegnato lo sport: era un grande tifoso della Juventus. Grande non solo per questioni anagrafiche e d’intelletto, ma perchè ha saputo rimettere al centro del dibattito sportivo la compostezza lasciando dietro l’acredine.

Piero Angela e la Juve: un legame atavico

“Per me è facile essere della Juventus – diceva – essendo nato a Torino. Devo ammettere però che essere tifosi granata è più nobile: i bianconeri vincono un anno sì e l’altro pure”. Ironia, classe ed educazione che tornano sempre. Persino al centro del rettangolo verde. Un’altra ammissione da parte di Angela: Stimo molto Buffon – aveva detto – è un grande professionista e un uomo talentoso. Poi ha saputo anche piangere nei momenti difficili, rialzandosi dopo le sconfitte. Questo mi ha commosso molto”.

Angela Piero
Il conduttore e giornalista muore a 93 anni

Le stesse lacrime che oggi i tifosi juventini (e non solo) versano per ricordare e onorare uno dei maggiori intellettuali del nostro tempo. Tifo per la Juve – sottolinea – ma sono anche molto obiettivo. Quando gioca male lo ammetto. Poi c’è una sorta di “Derby” con mio figlio Alberto, milanista da sempre”. La cultura non ha offuscato le passioni di Piero: calcio e jazz. Persino un disco inciso, solo pianoforte.

Un pizzico di Roma: l’amicizia con Gratton

Il resto lo lasciava per la domenica: nella sua passione calcistica c’è anche un pezzetto di Roma. Il merito è di Gratton: “La nostra è un’amicizia di lunga data – ha sottolineato a Roma TV in occasione della morte dell’uomo – ci siamo incontrati per la prima volta nel ’55. Feci un documentario sulla battaglia di Waterloo e venni nella Capitale per montarlo: c’era lui a dirigere il reparto grafico. Era un bravissimo creativo. Insieme facemmo anche una serie di documentari scientifici, con una striscia dal nome “Destinazione uomo”, che spaziavano dalla ricerca scientifica a quella biologica con particolare attenzione a quella neurologica. Vivemmo a stretto contatto per un anno – era il 1970 – poi cominciammo anche ad andare in vacanza insieme con le famiglie”.

Leggi anche – Roma, Mourinho: “Scudetto? Parlando di noi si dice qualcosa di non reale”

Piero Angela ha riportato al centro del dibattito sportivo la curiosità e la voglia di indagare oltre i soliti sentieri, cercando qualcosa di diverso che restasse nel cuore degli appassionati. Il calcio non era materia d’esame quotidiano, ma motivo d’indagine. Quindi degno d’esser approfondito e vissuto, come ha fatto in ogni istante della sua vita. Lasciando dietro di sé soltanto la sua fama, come traccia per chi dovrà fare i conti con un futuro un po’ più triste e meno ricco di particolari. Anche se c’è chi proverà – compreso il figlio – ancora a raccontarli così.

Correlati

21:33

23/09/2022

Termina 0-0 il primo tempo tra Italia e Inghilterra, match valido per la 5ª giornata della Nations League. Ottima prima frazione...

Termina 0-0 il primo tempo tra Italia e Inghilterra, match valido per la 5ª...

21:33

23/09/2022

21:00

23/09/2022

L’ex difensore della Juventus e della Nazionale e ora in forza al Los Angeles FC Giorgio Chiellini è intervenuto in...

L’ex difensore della Juventus e della Nazionale e ora in forza al Los Angeles...

21:00

23/09/2022

Speciali

22:30

22/09/2022

Calcio in Pillole cresce e non intende fermarsi. Anche questa stagione vogliamo continuare a raccontarvi quello che amiamo: il...

Calcio in Pillole cresce e non intende fermarsi. Anche questa stagione vogliamo...

22:30

22/09/2022

Calcio in Pillole cresce e non intende fermarsi. Anche questa stagione vogliamo continuare a raccontarvi quello che amiamo: il...

Calcio in Pillole cresce e non intende fermarsi. Anche questa stagione vogliamo...

20:00

19/09/2022