PSG, Al Khelaifi: “Basta con i lustrini che luccicano e nomi altisonanti”

Il numero uno del PSG ha fatto chiarezza sull'evoluzione del progetto, e ha annunciato novità importanti.

21/06/2022

21:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Sebastien Muylaert/Getty Images)

Il presidente del PSG, Nasser Al Khelaifi, ha rilasciato una lunga intervista a Le Parisien, in cui ha parlato a tutto tondo del progetto PSG e della sua evoluzione futura. Ecco le sue dichiarazioni, riportate da TMW:

(Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

PSG, le parole di Al Khelaifi sul futuro del progetto

Sul prossimo allenatore
“Abbiamo una rosa di candidati allenatori, stiamo parlando con il Nizza per Galtier e non è un segreto. Spero si trovi rapidamente un accordo, ma rispetto comunque il club e il presidente Rivere, ognuno difende i suoi interessi”.

LEGGI ANCHE: Arsenal, ufficiale l’acquisto di Fabio Vieira: al Porto 40 milioni

Sulla gestione del mercato
“Forse dovremo cambiare anche slogan… Dream Bigger (sogna più in grande, ndr) va bene ma bisogna essere realisti. Non vogliamo più nomi appariscenti, bling-bling, è la fine dei lustrini che luccicano”.

Sui prossimi obiettivi sportivi
“Avremo il miglior centro di formazione al mondo e il mio obiettivo per i prossimi anni è avere una squadra fatta di soli giocatori parigini. C’è tanto talento nella nostra regione e i migliori calciatori meritano di giocare per il PSG. Servirà tempo, ma è un obiettivo”.

Sul rinnovo di Mbappé
“L’estate scorsa ho rifiutato 180 milioni di euro dal Real Madrid per lui perché sapevo che sarebbe voluto restare al PSG. Lo conosco molto bene e so cosa vogliono lui e famiglia, non si muovono per i soldi. Ha scelto di giocare per la squadra della sua città e del suo paese, per il progetto sportivo. Pensa solo a questo e a vincere”.

Sulle accuse di Tebas
“Ciò che facciamo è perché sappiamo di poterlo fare. Non è nel nostro stile parlare di altri campionati, club o federazioni. Non diamo lezioni e non permettiamo a nessuno di farlo con noi. Ogni anno sempre le stesse cose, ma noi continueremo a costruire il progetto”.

Sulle uscite
“La nostra posizione è chiara, chi non fa parte del progetto deve andarsene. C’è chi ha approfittato della situazione, ma ora è finita!”.

Fuori dal campo cambierà qualcosa?
“Ci vuole disciplina, sia dentro che fuori. Chi vuole vivere nella sua comfort zone, chi non vuole combattere, starà da parte”.

 

Correlati

Il CEO di DAZN, Stefano Azzi, ha parlato delle polemiche sugli abbonamenti a margine degli Stati generali della lotta alla...

Il CEO di DAZN, Stefano Azzi, ha parlato delle polemiche sugli abbonamenti a margine...

19:40

21/06/2022

Brutta disavventura per Dani Olmo del Lipsia. Il giocatore è è stato aggredito e derubato mentre camminava per una strada a...

Brutta disavventura per Dani Olmo del Lipsia. Il giocatore è è stato aggredito e...

19:20

21/06/2022

Calcio Estero

08:00

25/06/2022

Il 25 giugno 1997 nasce a Nueva Helvecia Rodrigo Bentancur. Nasce calcisticamente centrocampista, mediano forte fisicamente, è...

Il 25 giugno 1997 nasce a Nueva Helvecia Rodrigo Bentancur. Nasce calcisticamente...

08:00

25/06/2022

21:47

24/06/2022

Secondo quanto riportato dal portale inglese The Athletic, il Manchester City sarebbe vicino ad un altro super colpo di mercato...

Secondo quanto riportato dal portale inglese The Athletic, il Manchester City...

21:47

24/06/2022