Psg, Al-Khelaifi: “In Ucraina la gente muore e si parla di Superlega”

Il proprietario del PSG ha parlato delle discussioni delle ultime settimane legate al tema Superlega.

31/03/2022

15:00

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by OZAN KOSE/AFP via Getty Images)

Il proprietario del PSG, Nasser Al-Khelaifi, ha parlato delle recenti discussioni in merito al tema Superlega in un’intervista per la BBC. Ecco le sue parole, riportate da Calcio e Finanza.

Al-Khelaifi Psg
(Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

PSG, le parole di Al-Khelaifi sulla Superlega

Sull’ESL
“Quando si parla di ESL o non ESL, odio dire Superlega, si parla  di tre club. Sanno che non c’è possibilità. La gente sta morendo in Ucraina e non ha un posto dove dormire – e stiamo litigando per la SuperLega?
Il problema con i club della ESL è che non hanno stabilità. Non hanno una visione finanziaria a lungo termine. Continuano a parlare del loro contratto legale, ma quello che dimenticano è che il calcio è un contratto sociale, non è un contratto legale, stanno sventolando un pezzo di carta. Florentino Perez mi ha parlato alla partita di Champions League e mi ha detto ‘dobbiamo arrivare a un punto in cui possiamo parlare con te’. Sono stato davvero duro con lui. Ho detto che ero felice di parlare, ma se avesse intenzione di fare cose alle mie spalle, non mi interessa”.

LEGGI ANCHE: Verona, Casale: “L’interesse delle big fa piacere, ma non ci penso”

Sul modello PSG
“Il business model del PSG rovina il calcio? Immagina che non ci siano stati investimenti negli ultimi anni. Il calcio sarebbe crollato, te lo assicuro. Siamo un fondo di investimento. Abbiamo comprato il club per 70 milioni di euro. Da allora abbiamo ricevuto offerte multimiliardarie. E le altre forme di proprietà, come l’acquisizione da parte di private equity, è un bene sociale? E i club sfruttati dai privati ​​vanno bene? Il Barcellona è un club di proprietà dei tifosi con un debito di 1,5 miliardi di euro, funziona? Il nostro investimento nel PSG non aiuta solo un club. Immaginate che il PSG non fosse nel campionato francese. Dove troverebbe il campionato un fondo di investimento per investire 1,5 miliardi di euro, che va ai piccoli club per investire? Quando guardi il quadro completo di ciò che stiamo facendo, è qualcosa che ha alzato il livello”.

Sul nuovo FPF
“Nuovo FPF? Questo processo è iniziato molto prima che diventassi presidente dell’ECA. In secondo luogo, l’ECA riguarda la leadership collettiva, molti organi decisionali, tutti trasparenti, che coinvolgono club di tutte le dimensioni. Anche se sono presidente dell’ECA, pensate che un club possa fare qualcosa che gli altri 246 club e tutte le altre parti interessate non vogliono? È una follia, ma alla gente piace pensare che io abbia un piano”.

Correlati

12:10

31/03/2022

Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ha parlato del suo mancato passaggio al Real Madrid in un’intervista...

Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ha parlato del suo mancato...

12:10

31/03/2022

Il difensore della Fiorentina Igor ha rilasciato una lunga intervista all’edizione odierna del Corriere dello Sport, dove...

Il difensore della Fiorentina Igor ha rilasciato una lunga intervista...

12:00

31/03/2022