Rummenigge: “Chi viola il FPF deve essere escluso dalla Champions”

L'ex presidente del Bayern Monaco tuona contro PSG e Manchester City.

11/10/2021

16:30

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

MUNICH, GERMANY - MAY 22: Karl-Heinz Rummenigge, CEO of FC Bayern München reacts after the Bundesliga match between FC Bayern Muenchen and FC Augsburg at Allianz Arena on May 22, 2021 in Munich, Germany. After the Bavarian cabinet decided on first relaxations for outdoor events, the current Corona situation allows FC Bayern to have its last match of the season in front of 250 spectators in the Allianz Arena. Of these, 100 tickets are given to people from the health sector selected by the Ministry of Health. (Photo by Alexander Hassenstein/Getty Images)

Karl-Heinz Rummenigge, ex presidente del Bayern Monaco, è tornato a parlare del Fair Play Finanziario e dei cambiamenti che dovrebbe apportare la UEFA. Ecco le sue parole a Welt am Sonntag.:

Se un club viola le regole, non deve poter agire in una zona grigia, ma deve sapere esattamente cosa aspettarsi, compresa l’espulsione dalla Champions League. Abbiamo bisogno di un Fair Play Finanziario 3.0 che sia applicato in modo rigoroso e coerente e che includa un elenco specifico di sanzioni”.

LEGGI ANCHE: Nicolato: “Svezia ostica ma vogliamo continuare a vincere”

Negli ultimi mesi è emersa la possibilità dell’inserimento di una luxury tax in stile NBA. In pratica, le squadre che vogliono spendere oltre il limite dei propri ricavi pagheranno una sanzione economica volontaria. Tuttavia Rummenigge obietta: “Sto davvero punendo club come il Manchester City o il Paris Saint-Germain, dove il denaro è una questione piuttosto relativa?”.

La UEFA non ha specificato nel dettaglio su cosa stia lavorando ma c’è la possibilità che vengano inseriti meccanismi di controllo preventivi come quelli de La Liga: “Le nostre regole dovrebbero concentrarsi molto più sul presente e sul futuro, invece di guardare al passato”.

La regola dell’equilibrio è stata pensata per far fronte alla spesa eccessiva e limitare i picchi di inflazione ma oggi le sfide sono diverse e la crisi sta accelerando tendenze che avevano cominciato a emergere negli ultimi anni”.

Tornado sull’argomento, Rummenigge aveva specificato come già dieci anni fa, nel 2011, UEFA ed ECA avevano chiesto aiuto alla Commissione europea (CE) per cercare un meccanismo che venisse applicata allo stesso modo in tutti i Paesi.

La critica dell’ex Bayern a PSG e City si ricollega con ogni probabilità alle ultime dichiarazioni di Ceferin all’ECA, in cui ha ipotizzato di permettere una spesa superiore ai ricavi a tutti i club i cui eccessi possono essere risanati dagli azionisti.

Correlati

13:40

25/08/2021

Il Belgio e il mondo del calcio sono in lutto. È morto Wilfried Van Moer, uno dei migliori giocatori belgi della storia....

Il Belgio e il mondo del calcio sono in lutto. È morto Wilfried Van Moer, uno dei...

13:40

25/08/2021

18:20

23/08/2021

Intervistato dalla BILD, il CEO del Bayern Monaco Karl-Heinz Rummenigge ha parlato delle voci delle ultime ore riguardanti un...

Intervistato dalla BILD, il CEO del Bayern Monaco Karl-Heinz Rummenigge ha parlato...

18:20

23/08/2021

SuperLeague

10:59

21/10/2021

Il Governo italiano e altri 14 paesi, tra cui la Spagna, si schierano contro il progetto della Superlega. A riportare la notizia...

Il Governo italiano e altri 14 paesi, tra cui la Spagna, si schierano contro il...

10:59

21/10/2021

12:27

20/10/2021

Non è finita la vicenda Superlega. A riproporre l’anteprima di quello che può essere un nuovo capitolo, ci pensa Marca....

Non è finita la vicenda Superlega. A riproporre l’anteprima di quello che...

12:27

20/10/2021