Sala sul nuovo stadio: “Ho chiesto conferme ai club. Scaroni? Conosce le regole”

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha parlato della situazione relativa al nuovo stadio a margine dell'inaugurazione del Salone del Mobile. Ecco quanto dichiarato, riportato dall'agenzia 'Ansa'.

07/06/2022

14:43

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Mark Runnacles/Getty Images)

La questione del nuovo stadio di Milano continua ad essere, ad oggi, indecifrabile. Calano sempre più le possibilità di vederlo sorgere, come inizialmente prospettato, nella zona San Siro e, di contro, avanza la candidatura di Sesto San Giovanni, acuita dall’incontro tra il sindaco e il nuovo patron del Milan Gerry Cardinale. Sulla questione del nuovo stadio, in occasione dell’inaugurazione del Salone del Mobile, si è nuovamente espresso il sindaco Giuseppe Sala. Ecco le sue parole riportate dall’agenzia Ansa.

Nuovo stadio Milano, le parole di Sala riportate dall’Ansa

“Ho chiesto alla squadre di avere conferma delle loro intenzioni perché noi i nostri passi li abbiamo fatti. In particolare abbiamo nominato, dopo una gara, il coordinatore del dibattito pubblico, quindi vorremmo partire a questo punto. Se si sceglie la via di costruire su un terreno pubblico il percorso è più lungo e c’è poco da fare. Su un terreno privato si fa prima a mettersi d’accordo probabilmente, ma non sono sicuro che risparmierebbero tempo. Le lamentele di Scaroni? Conosce il sistema e da decenni ci lavora. Può anche sorprendersi ma rimane il fatto che un conto è la burocrazia, un altro è che le regole e le leggi vanno rispettate. Lo dico anche a altri politici che la fanno facile. Ci piaccia o non ci piaccia, non è questione di piacere, ma di conoscere le cose. Chi si occupa della cosa pubblica deve rispettare delle leggi e questo è quello che voglio fare ribadendo la mia volontà che Milan e Inter rimangano a Milano. Cosa succederebbe se il Milan va da solo a Sesto? Bisogna capire cosa farebbe l’Inter”.