Sarri nel post Juventus-Lazio: “Pareggio più che meritato”

Le dichiarazioni del tecnico dei biancocelesti Maurizio Sarri al termine della gara di Serie A tra Juventus-Lazio.

17/05/2022

00:07

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Missione compiuta per la Lazio di Maurizio Sarri. I biancocelesti grazie al 2-2 all’ultimo respiro ottenuto all’Allianz Stadium contro la Juventus centrano la qualificazione alla prossima Europa League con un turno di anticipo sulla fine della stagione. Al termine della gara contro i bianconeri ai microfoni di Dazn ha parlato l’allenatore della Lazio Sarri. Ecco le sue dichiarazioni riportate dai colleghi di Tuttomercatoweb.

Sarri
(Photo by Marco Rosi – SS Lazio/Getty Images)

Sarri: “Dybala? Magari Lotito ce lo compra”

“Ho detto di continuare come stavamo facendo, perché gli unici pericoli arrivavano dalle palle perse e dalle ripartenze. Abbiamo continuato, usufruito di un calo degli avversari e siamo arrivati a un pari più che giusto. Guardando i numeri la differenza in tiri in porta e possesso palla è stata imbarazzante. Contento per il pari all’ultimo, un po’ rammaricato perché se avessimo trovato il 2-2 prima avremmo potuto anche vincere la partita”.

Sulle prestazioni della difesa
La difesa non ha fatto una brutta partita stasera, in generale invece si sono pagate due-tre cose contemporaneamente, come il cambio di sistema di gioco, di orientamento e il fatto che negli uno contro uno difensivi siamo tra le peggiori del campionato. L’anno scorso la Lazio ha subito 55 gol e giocava a 5 dietro, quest’anno ne abbiamo subiti altrettanti con una partita da giocare. Si può migliorare e la sensazione è che ci sono margini”.

Cosa manca a questa Lazio per competere per la Champions?
“Nelle settimane in cui non avevamo impegni in Europa League abbiamo una media di oltre 2 punti a partita. Media di 0.60 nelle partite dopo l’impegno in Europa League. O abbiamo limiti di struttura mentale, cioè non riusciamo a reggere le due partite in settimana o di cilindrata, strutturale. Vediamo se riusciamo a fare la valutazione giusta e metterci il correttivo giusto”.

Su Chiellini e il suo addio
“Giorgio non l’ho salutato perché è uscito dall’altra parte del campo. È strano venire qui nel giorno in cui due giocatori come Chiellini e Dybala che hanno fatto la storia della Juve se ne vanno”.

Dybala ha giocato la miglior stagione alla Juve proprio con Sarri
“Sentiamo il presidente Lotito se ce lo prende”.