Stasera M’gladbach-Real, è già decisiva per i blancos

27/10/2020

10:46

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

OneFootball - (Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Pronti, via. Torna la Champions League e, tra i match in evidenza, spicca la trasferta del Real Madrid in casa del Borussia Monchengladbach, valevole per il gruppo B, dove c’è anche l’Inter. I blancos, dopo il crollo interno propiziato dallo Shakhtar Donetsk, sono chiamati ad una sfida che, seppur al secondo turno del girone, profuma già di match decisivo. Nella prima pagina di Marca, la partita di stasera in programma alle 21:00, viene presentata come “partita da vita o morte”. La testata madrilena, inevitabilmente, focalizza l’attenzione sull’impulso che le merengues possono sfruttare, dopo il controverso successo nel Clásico.

Secondo la stampa iberica, il trionfo contro i blaugrana, può rivelarsi “rivitalizzante” e, inevitabilmente, può cambiare il volto del Real spento e confuso che è affondato sotto i colpi degli ucraini. Tra le file dei galacticos, rientra Sergio Ramos, assente contro lo Shakhtar e uomo decisivo della sfida con il Barcellona. Al momento, il Real Madrid è ultimo nel girone a 0 punti. Nonostante siamo ancora agli albori della fase a gironi, un’eventuale non-vittoria anche nel match di stasera, complicherebbe sensibilmente il cammino Champions del Real tredici volte campioni d’Europa, chiamato alla vittoria contro Il Borussia M’gladbach.

Il tecnico Zidane, inevitabilmente, dovrebbe confermare il blocco dei giocatori schierati contro i blaugrana. Hazard torna tra i convocati. In avanti si rivedranno Benzema, Asensio e Vinicius, coadiuvati da una linea di centrocampo composta da Valverde, Casemiro e Kroos. Come anticipato, rientrerà il capitano Ramos che rileverà Militao.

L’allenatore dei tedeschi Marco Rose, dopo il pareggio esterno in casa dell’Inter, punta ad un altro colpo. Il tecnico dovrebbe recuperare Thuram e Hofmann, assenti nell’ultimo match di campionato contro il Mainz. Sicure, invece, le assenze di Zakaria e Poulsen, fortemente in dubbio Benes e Lazaro.