Connect with us

Calciomercato Italia

Ti aspetto domani a Milanello: terremoto Zlatan Ibrahimovic | Ecco il nuovo allenatore

Published

on

ibrahimovic
ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic che saluta con affetto la tifoseria rossonera – (Photo by Getty Images) – CalcioInPillole.com

Grande caos in casa Milan. I tifosi sperano che torni il loro campione per risollevare le sorti della squadra rossonera.

Tra i più grandi giocatori di sempre è giusto menzionare Zlatan Ibrahimović che ha appeso gli scarpini al chiodo lo scorso 1 luglio 2023. E’ nato a Mamo il 3 ottobre del 1981 e, dopo aver disputato le sue prime esperienze calcistiche tra le giovanili della sua città natale, ha vestito maglie molto importanti durante la sua carriera.

Sebbene si sia fatto notare in maniera prepotente durante i suoi anni in Olanda, precisamente all’Ajax da 2001 al 2004, è poi approdato in Italia in tre squadre diverse. Molti sono i tifosi che lo ricordano dapprima alla Juventus dal 2004 al 2006 dove ha collezionato 23 goal in 70 presenze.

Nella stagione successiva dal 2006 al 2009 è stato all’Inter dove, con 88 partite giocate, è stato incisivo in 57 goal. Sicuramente ha creato un rapporto estremamente vivo e valido quando è approdato al Milan dal 2010 al 2012 dove, in 61 match giocati ha segnato 42 reti.

Dopo altre esperienze tra Paris Saint-Germain, Manchester United e LA Galaxy, è tornato a vestire la casacca rossonera dal 2020 al 2023 con 64 partite e ben 34 goal. Ormai, si apre per lui sempre di più la porta a ricoprire eventuali ruoli tecnici all’interno di squadre. Ed è per questo che la società di Gerry Cardinale, dopo la pesante sconfitta in Champions League contro il Borussia Dortmund per 1-3, starebbe pensando proprio al gigante svedese come eventuale innesto da inserire all’interno della società.

I giovani allenatori degli ultimi anni

Chiaramente, il ruolo di Zlatan non sarà quello di traghettatore ma sicuramente avere un ruolo carismatico all’interno di uno spogliatoio che, da questo punto di vista, vacilla. Se Stefano Pioli dovesse andare via sin da subito, come accaduto con Rudi Garcia al Napoli, diverse sarebbero le ipotesi per sedere sulla caldissima panchina del Milan.

C’è chi addirittura abbia pensato che il tecnico della Primavera, Ignazio Abate, dopo aver mosso proprio i suoi suoi primi passi tra le giovani dei rossoneri, possa diventare lui il primo allenatore in assoluto. In un periodo storico in cui gli allenatori giovani sono sempre più in rampa di lancio, come Roberto De Zerbi, Francesco Farioli e Thiago Motta, per Abate potrebbe essere una grandissima occasione.

Stefano Pioli

Stefano Pioli (ANSA) – CalcioinPillole.com

Schevchenko e Tudor possibili ipotesi

Ci sarebbero anche altre due ipotesi al vaglio qualora Pioli dovesse andare via. Agli inizi degli anni 2000, i tifosi rossoneri erano rimasti stregati dal talento ucraino di Andrij Ševčenko, più noto come Schevchenko. Qualora, l’ex stella del Milan dovesse ritornare e sedere sulla panchina, sarebbe un ritorno in grande stile. In Italia, lo ricordiamo solo ed esclusivamente una volta alla guida del Genoa.

Fra le tante ipotesi ci sarebbe anche un’altra che, fino a poche settimane fa, era anche sotto esame per il presidente Aurelio De Laurentiis. Stiamo parlando di Igor Tudor che, proprio nelle scorse ore era stato accostato anche alla Lazio qualora Maurizio Sarri fosse stato esonerato. Tutte queste indiscrezioni del web, al momento, non sono state ancora confermate con notizie ufficiali.