Vitesse, Letsch: “Bellissimo sfidare la Roma in Conference League”

Le dichiarazioni del tecnico del Vitesse Thomas Letsch alla vigilia della sfida contro la Roma in Conference League.

09/03/2022

16:40

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by JEAN-FRANCOIS MONIER/AFP via Getty Images)

Giornata di vigilia per il Vitesse di Thomas Letsch. Domani gli olandesi affronteranno la Roma nella gara valida per l’andata degli ottavi di finale di Conference League. Un traguardo importante per la squadra della città di Arnhem, non di certo abituata ai grandi palcoscenici europei. I gialloneri nella fase a gironi si sono classificati al secondo posto alle spalle del Rennes. Passati per i playoff, sono riusciti ad eliminare gli austriaci del Rapid Vienna. A poco più di ventiquattro ore dalla gara contro i giallorossi, in conferenza stampa ha parlato il tecnico del Vitesse Letsch. Ecco le sue dichiarazioni.

Vitesse, le dichiarazioni di Letsch

“Sinceramente siamo andati oltre quelle che erano le aspettative della vigilia. Nessuno di noi immaginava di poterci trovare qui a questo punto della competizione. Tutti noi pensavamo che ci saremmo fermati alla fase a gironi. Nel raggruppamento avevamo squadre importanti come il Tottenham e il Rennes e siamo riusciti a qualificarci come secondi. Nei playoff abbiamo battuto una squadra di grande tradizione come il Rapid Vienna”.

“Siamo arrivati sino agli ottavi di finale, il merito è dei ragazzi che devono godersi questo traguardo. Affronteremo la Roma, sarà bellissimo per noi poter giocare contro di loro. I giallorossi sono una squadra formidabile che con le qualità a disposizione di Mourinho potrebbe tranquillamente farsi valere anche in Champions League”.

Vitesse Letsch
(Photo by JEROEN PUTMANS/ANP/AFP via Getty Images)

“Domani non penseremo solo a goderci questo palcoscenico, ma vogliamo mettere in mostra anche il nostro lato migliore e giocarci fino alla fine le nostre possibilità”.

“Torno a ripetere che misurarsi contro una squadra di questo livello è qualcosa di fantastico. Hanno molte individualità di alto livello, ma sanno giocare molto bene come collettivo. Abraham, Mkhitaryan e Pellegrini sono tre top player. La loro fase difensiva è molto compatta e dà modo alla squadra di ripartire velocemente”.

“Il confronto con Mourinho per me sarà stimolante. Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori al mondo. Basti guardare al suo palmarès: è impressionate”.