West Ham, Zouma davanti alla corte si dichiara colpevole di aver picchiato il gatto

Kurt Zouma: il difensore del West Ham in udienza si dichiara colpevole di aver preso a calci e schiaffi il gatto. I dettagli da 'BBC Sport'.

24/05/2022

17:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Mike Hewitt/Getty Images)

Kurt Zouma, il difensore francese del West Ham ha ammesso in tribunale di essere colpevole del maltrattamento fisico al suo gatto. Il giocatore aveva preso a schiaffi e calci l’animale per poi diffondere il video sui social con la collaborazione di suo fratello, il tutto lo scorso febbraio.

L’udienza di Zouma: ammette di essere colpevole dei maltrattamenti al gatto e della diffusione del video con l’aiuto del fratello

Zouma gatto
(Photo by GLYN KIRK/AFP via Getty Images)

A dichiararsi colpevole davanti alla corte anche il fratello di Zouma, Yoan che gioca per il FC Dagenham & Redbridge. I due calciatori rispettivamente di 27 e 24 anni hanno ammesso di essere colpevoli di due capi d’accusa. Ecco alcuni dettagli riportati da BBC Sport sull’udienza: alla corte è stato detto che il filmato inquietante è stato girato a casa del giocatore del West Ham e pubblicato su Snapchat da suo fratello il 6 febbraio. In seguito è stato visto da una donna che aveva inviato dei messaggi a Yoan e che aveva sollevato la preoccupazione. Il video ha mostrato Zouma mentre faceva volare il gatto attraverso la cucina, per poi lanciargli un paio di scarpe e schiaffeggiarlo alla testa.

LEGGI ANCHE: West Ham, interesse per Dennis del Watford: pronta l’offerta

Il procuratore Hazel Stevens ha detto alla corte che Kurt Zouma avrebbe pronunciato anche questa frase: “Giuro che lo ucciderò, giuro che lo ucciderò”. Il calciatore alla fine dell’udienza ha ammesso i due capi d’accusa per aver causato sofferenze inutili a un animale protetto dalla Animal Welfare Act.