Coppa Italia, Chiellini: “Giocheremo con rispetto ma senza timore dell’Inter”

Le dichiarazioni in conferenza stampa del difensore della Juventus, Giorgio Chiellini, alla vigilia della finale di Coppa Italia.

10/05/2022

20:40

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Jonathan Moscrop/Getty Images)

Alla vigilia della finale di Coppa Italia, il difensore della Juventus, Giorgio Chiellini, ha presentato la sfida all’Inter in conferenza stampa.

Sulla stagione: “Quest’anno siamo andati in crescendo, dopo un’inizio difficile abbiamo raggiunto la Champions a quattro giornate dal termine. Domani sarà l’ultima della stagione ma sarà propedeutica per la prossima, perché ci darebbe fiducia. Vincere la Coppa Italia ti permette di fare la Supercoppa e ti darebbe più slancio per tornare a vincere lo Scudetto”.

Sugli avversari: “Affrontiamo una squadra forte, è una squadra che ti fa pagare il minimo errore. L’abbiamo visto in Supercoppa e campionato. Abbiamo perso immeritatamente ma siamo stati puniti oltre misura. Hanno perso la vetta e sono impegnati nella lotta, non saranno felici di essere dietro al Milan. Noi abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, almeno la Champions, ma la speranza era diversa, volevamo raccogliere qualcosa in più. Questa partita è talmente importante che si giocherà su dettagli ed episodi. Ha grandi giocatori, è tecnica, è brava nelle ripartenze. E’ completa e forte in tutti i reparti. Si è visto ovunque e con altri interpreti. Con altre caratteristiche dobbiamo contrastarli, con rispetto e senza timore.

Sulla propria carriera: “20 trofei? Sarebbe 20+1. Accendiamo questa rivalità per lontani ricordi! Sono contento che con tanti ragazzi sono un fratello maggiore, spero e penso di avergli lasciato qualcosa nel quotidiano a tanti ragazzi che ho conosciuto, così come in Nazionale. La Juve ha certi valori che non ho creato io, ho solo imparato e portato avanti”.

Sul futuro: “Io volevo aspettare questa finale, credo che sia giusto finché ci sono obiettivi in ballo pensare solo al calcio, che sono le cose più importanti. Ho iniziato l’Europeo e qualcuno di voi c’era che potevo smettere il giorno dopo. Se con l’Austria il Var non vede il fuorigioco di Arnautovic, probabilmente non sarei qui. Ci sono ancora tante emozioni da vivere. Viviamoci la Coppa e poi vediamo”. Lo riporta Il Bianconero.

Correlati

11:50

24/05/2022

Il mondo di Calcio in Pillole continua ad evolversi e a cambiare. Sempre nella direzione che amiamo: quella del racconto...

Il mondo di Calcio in Pillole continua ad evolversi e a cambiare. Sempre nella...

11:50

24/05/2022

Il nuovo Manchester United di Ten Hag è pronto a pianificare il prossimo calciomercato estivo. Come riportato dal nostro...

Il nuovo Manchester United di Ten Hag è pronto a pianificare il prossimo...

11:48

24/05/2022