Juventus, Rabiot: “Possiamo vincere lo scudetto, su Allegri e Pogba…”

Il centrocampista francese è tornato anche sulla trattativa estiva, poi saltata, per il suo passaggio al Manchester United.

16/11/2022

12:34

• Tempo di lettura: 4 minuti

Tempo di lettura: 4 minuti

(Photo by Octavio Passos/Getty Images)

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Adrien Rabiot, centrocampista della Juventus, ha parlato delle chance scudetto dei bianconeri e non solo. Di seguito le sue dichiarazioni.

Juventus, le parole di Rabiot

Juventus Rabiot
(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

MONDIALE –È un sogno che non si era realizzato quattro anni fa in Russia, adesso invece me lo sto godendo a pieno, ripensando anche ai primi ricordi più intensi di quando ero bambino. In particolare, il Mondiale del 2006 con il gran ritorno di Zidane, il tifo ad ogni partita, peccato solamente per la finale persa ai rigori contro l’Italia…”.

LEGGI ANCHE: Inter, Gosens è sempre più lontano: trovato l’accordo per un esterno

Rabiot esalta Allegri

Juventus Rabiot
(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

COSA HA IMPARATO DA ALLEGRI –Ho imparato molto anche con Sarri, ma queste stagioni con Allegri mi hanno permesso di migliorare tanto. Quest’anno per esempio studio molto i video con uno dei suoi vice, Paolo Bianco. È un lavoro che poi mi serve pure in nazionale anche se qui ovviamente giochiamo in modo diverso”.

SCUDETTO –Vista la rosa, non ho mai avuto dubbi sulla possibilità di lottare per il titolo. L’inizio non è stato facile per gli infortuni. Non abbiamo mai giocato al completo, ma avevamo l’obiettivo di tornare sul podio prima del Mondiale, per sfidare a gennaio il Napoli che ha fatto un inizio di stagione incredibile. Ma pure loro perderanno qualche punto per strada, sta a noi approfittarne. Dieci punti sembrano tanti, ma la stagione è lunga. Il ritorno di Chiesa e Pogba ci farà bene, come il contributo dei giovani come Fagioli, Miretti, Soulé e Iling Junior. Insieme possiamo puntare allo scudetto. È quasi un peccato fermarsi adesso perché si è innescato un cambio di mentalità e abbiamo creato il clima giusto, con energia ed entusiasmo”.

CONSIGLI AI GIOVANI –Di seguire con attenzione i consigli di Allegri che è un grande allenatore perché non si focalizza solo sugli obiettivi, sempre importanti alla Juve, ma è molto pedagogico con i giovani, insistendo in allenamento anche quando sbagliano. I risultati si vedono, sono tutti migliorati in questi mesi anche nella difficoltà: la direzione è quella giusta”.

NIENTE OTTAVI DI CHAMPIONS – “Una grande delusione, ma anche per la Juventus. Cinque sconfitte a questi livelli non sono accettabili, ma è andata così. Ma mi sono subito detto che adesso voglio vincere l’Europa League, tra l’altro da giocare contro altre grandissime squadre. È una bella sfida, utile per darci li giusto slancio pure per lo scudetto”.

FASCIA DA CAPITANO –Mi sento già importante, perché Allegri conta davvero su di me. Per la fascia c’è già una gerarchia con Bonucci, Cuadrado e Danilo. Anche se potrebbe avere una logica pensarci, non è una priorità. La cosa più importante è portare in alto la Juve”.

DOVE E’ CAMBIATA LA SERIE A – “Prima forse la Juve vinceva con una certa facilità. Ormai il campionato è molto più difficile, con un’identità forte, sempre più seguito nel mondo. Appassionante per i tifosi, stimolante per noi in campo: più la lotta è dura e più bella sarà la vittoria alla fine”.

FUTURO –In estate ci sono stati contatti in Premier, ma alla fine è stata forse una fortuna che sia rimasto, forse la miglior decisione. La Premier rimane il campionato più seguito, ma al futuro non ci penso, resto concentrato sul Mondiale. Io e il club non abbiamo fretta, c’è serenità e avremo tempo per soppesare ogni possibilità”.

CONSIGLI DI POGBA – “In realtà me ne dà a ogni partita, motivandomi, chiedendomi gol, anche perché quando tornerà vorrà sicuramente competere ai vertici. Abbiamo un buon rapporto, mi spiace che non ci sia. Per il Mondiale mi ha detto che spetta a me trascinare la Francia come faccio con la Juve. So che è comunque con noi”.

Correlati

11:48

16/11/2022

Il presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha rilasciato una particolare intervista sulle pagine di Repubblica, in cui ha parlato...

Il presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha rilasciato una particolare intervista...

11:48

16/11/2022

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta, come ogni mattina, in prima pagina! Alla scoperta...

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta, come...

07:02

16/11/2022

Serie A

23:28

28/11/2022

Dopo il terremoto che ha colpito la Juventus, con le dimissioni dell’intero CDA incluso il presidente Andrea Agnelli,...

Dopo il terremoto che ha colpito la Juventus, con le dimissioni dell’intero...

23:28

28/11/2022

21:45

28/11/2022

Una notizia clamorosa agita il mondo Juventus: Andrea Agnelli non è più presidente. Non è tutto, perchè l’intero...

Una notizia clamorosa agita il mondo Juventus: Andrea Agnelli non è più...

21:45

28/11/2022