Lazio, Luis Alberto: scoppia il caso, la “bugia” che ha fatto infuriare Sarri

Lazio-Luis Alberto, prove di distacco. Il centrocampista offensivo è sempre più lontano dai biancocelesti: la verità sul "caso".

04/08/2022

01:50

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

Luis Alberto e la sua assenza agli allenamenti

Luis Alberto prende le distanze. Nonostante le temperature bollenti, è di nuovo gelo tra il centrocampista offensivo e la Lazio. Le parti sembrano più che distanti: la tensione ha preso il posto della tranquillità. Il conto alla rovescia per il campionato è cominciato con il mercato che presenta ancora tanti punti interrogativi: Sarri non è contento dell’operato della società.

L’ha fatto capire a più riprese, senza polemiche o segnali palesi. Ha dato uno scossone con qualche pretesa che ancora deve trovare compimento. L’arrivo di Vecino sembra aver ridato un po’ di fiducia a un progetto che resta ugualmente ambizioso. Proprio l’ambizione, però, può essere un’arma a doppio taglio: chiedere al trequartista di San Josè. Una vera e propria “corrida” quella con la Lazio.

Lazio-Luis Alberto, intimo distacco: la verità sul caso

Alberto Luis Lazio
Il centrocampista spagnolo in rotta con la società

Il giocatore vede rosso: nel senso che vuole tornare in Spagna. Questo non è un mistero per nessuno, quello che emerge però sarebbe un malcontento diverso. Ciò che prima era soltanto nostalgia starebbe diventando insofferenza: il caso è semplice, ma anche leggermente intricato. Gli ossimori del calciomercato si nutrono di contraddizioni e dettagli che fanno la differenza. Luis Alberto non si è presentato all’allenamento nella giornata di ieri. Non era presente alla seduta pomeridiana al centro sportivo di Formello: un’assenza che fa rumore, in quanto mancava soltanto Maximiliano. Neo portiere biancazzurro diventato padre recentemente.

Il trequartista ha fatto sapere che aveva un attacco influenzale: Sarri sembrerebbe non avergli creduto, come riportano diverse testate nazionali. È iniziata una bagarre dal punto di vista comportamentale e burocratico. Il club gli ha chiesto di esibire un certificato medico dapprima non pervenuto, poi consegnato nelle mani del responsabile d’infermeria: troppi passaggi che stonano con la situazione iniziale. Ovvero l’insofferenza di Luis Alberto. Dietro potrebbe esserci il “virus” dell’indifferenza: Luis Alberto vuole lasciare i biancocelesti perchè non si sente più indispensabile. Sarri lo vorrebbe dar via per arrivare a Ilic, non è un mistero. Questa (presunta) bugia poi getterebbe ulteriore acqua sul fuoco.

L’altra faccia della medaglia: l’indiscrezione da Formello

Esiste, tuttavia, un’altra campana direttamente da Formello: i bene informati smontano il presunto “caso Luis Alberto” sottolineando che il giocatore non solo avrebbe avvisato Sarri – che dopo il ritiro in Austria ha dato un giorno e mezzo di permesso a tutti – e la società della sua assenza ma avrebbe specificato anche il loco dove avrebbe dovuto trovarsi: Siviglia. Il calciomercato e Monchi, però, non c’entrano niente: lui ha moglie e figli lì. Sarebbe stata, quindi, una visita di piacere per riportarli nella Capitale e tornare in un secondo momento a Formello.

Leggi anche – CIP Review – il mercato della Juve, i piani del Milan e la Champions

Nessuna bugia, dunque, solo un permesso ulteriore che la società gli avrebbe accordato. Successivamente, però, è saltato tutto perchè Alberto ha avuto la febbre. Motivo per cui non sarebbe partito, ma avrebbe passato la giornata a casa per curarsi. Anche in tal caso la Lazio sarebbe a conoscenza di tutto questo. Due fuochi di entità diversa che infiammano le compravendite: Luis Alberto resta nel mezzo tra chi lo dipinge come partente sconsolato e chi, invece, crede nella possibilità di uno spiraglio. I rapporti, certamente, si sono raffreddati ma non è così scontato che il trequartista abbia le valigie pronte: il Siviglia non vuole spendere i 22 milioni chiesti da Lotito, per continuare a trattare serve abbassare le pretese. In questa partita a scacchi dove muoversi costa caro, ma restare fermi potrebbe voler dire pagare un prezzo più alto.

Correlati

07:00

19/08/2022

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta, come ogni mattina, in prima pagina! Alla scoperta...

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta, come...

07:00

19/08/2022

Rimanere aggiornati è importante. Non sempre si può stare al passo con le news che escono minuto per minuto. Lo puoi fare...

Rimanere aggiornati è importante. Non sempre si può stare al passo con le news che...

00:00

19/08/2022

Speciali

20:00

18/08/2022

Calcio in Pillole cresce e non intende fermarsi. Anche questa stagione vogliamo continuare a raccontarvi quello che amiamo: il...

Calcio in Pillole cresce e non intende fermarsi. Anche questa stagione vogliamo...

20:00

18/08/2022

17:12

18/08/2022

Il calcio che ritorna alla sua essenza naturale. Un pallone che rotola su un campo verde, un avversario da battere e un gol da...

Il calcio che ritorna alla sua essenza naturale. Un pallone che rotola su un campo...

17:12

18/08/2022