Mercato Juventus, si pensa a Simeone come vice Vlahovic

La Juventus si sta guardando attorno alla ricerca di un vice Vlahovic, e l'idea dell'ultima ora prende il nome di Giovanni Simeone.

05/06/2022

13:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Il mercato della Juventus è in via di sviluppo specialmente sul fronte offensivo. I bianconeri sono da tempo focalizzati su Angel Di Maria, e da qualche giorno è saltato fuori l’interesse anche per Filip Kostic dell’Eintracht. In quel di Torino, tuttavia, vi è l’esigenza di trovare un vice Vlahovic in vista della prossima stagione, e nelle ultime settimane sono stati tanti i nomi accostati alla Vecchia Signora. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, i bianconeri starebbero sondando il terreno per Giovanni Simeone, reduce da un’ottima stagione nel Verona di Igor Tudor e ormai pronto per lidi più ambiziosi.

(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Mercato Juventus, interesse per Simeone come vice Vlahovic: la situazione

La priorità della Juventus è sempre stata quella di acquisire definitivamente Alvaro Morata, in quanto ritenuto importante per i meccanismi tattici di Max Allegri. Il riscatto tuttavia è ad oggi un miraggio, visto che l’Altetico Madrid chiede non meno di 35 milioni, una cifra che il club bianconero non è disposto a pagare. Nelle ultime settimane la società si è quindi mossa per trovare il prima possibile un attaccante in grado di sostituire (e nel caso affiancare) Dusan Vlahovic. Le varie piste sondate dalla dirigenza juventina hanno portato a soluzioni come Arnautovic (che il Bologna non vorrebbe cedere) e Luis Muriel, ma l’idea dell’ultima ora sembrerebbe essere quella di portare a Torino Giovanni Simeone.

LEGGI ANCHE: Mercato Napoli, Deulofeu e Bernardeschi interessano. Per Mertens futuro in bilico

Il ragazzo non ha mai nascosto il suo desiderio di approdare in piazze più importanti, nonostante si trovi benissimo in terra veneta. L’Hellas vorrebbe riscattarlo dal Cagliari alla cifra inizialmente pattuita (circa 12 milioni), per poi rivenderlo ad un prezzo superiore. Al momento la situazione non è ancora definitiva, ma la sensazione è che la Juventus resterà alla finestra per capire l’evolversi della vicenda, in modo da affondare il colpo solamente in caso di reale necessità.