Serie A, il futuro dei diritti tv 2024-2027: le novità tra Sky e Dazn

La Lega Serie A guarda il futuro e inizia a programmare i diritti tv per le stagioni 2024-2027: da Sky e DAZN al canale di lega.

06/06/2022

11:30

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

La Serie A non si ferma mai, anche a campionato finito, infatti si iniziano a gettare le basi per i diritti tv dei prossimi anni. La prossima stagione del massimo campionato italiano sarà la seconda su tre controllata da Dazn come emittente principale. Nonostante ciò si inizia a pensare al futuro, e la Lega non si vuole far trovare impreparata per il nuovo triennio (2024-2027). Ecco le ultime novità sui diritti tv di Serie A secondo Calcio e Finanza.

Serie A diritti tv
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Diritti tv Serie A, i temi dell’assemblea di Lega: da Sky a Dazn

La prossima assemblea di Lega, che si terrà il 7 giugno 2022 (domani), sarà importante per muovere i primi passi verso il futuro. I diritti tv saranno un tema centrale della riunione, in quanto si parlerà di  “audience certificata”. Si parlerà della misurazione degli ascolti e dei diritti televisivi, per l’Italia ma non solo, anche per l’estero. Infatti per l’area Medio Oriente e Nord Africa ci saranno pacchetti molto importanti per la Serie A. Resterà poi da capire come si svilupperà la situazione relativa agli accordi tra TIM e DAZN. Se non ci dovesse essere la volontà di continuare assieme si dovrà trovare un’emittente disposta a trasmettere la Serie A, e Sky su tutte è in pole.

Possibile canale di Lega?

Una novità che potrebbe risultare rivoluzionaria per la Serie A, sarebbe il canale di Lega. La proposta è ancora in fase embrionale e nel caso si getterebbero solo le basi per il futuro. Il quadro non è per nulla definito e si è solo alle prime discussioni, ma la volontà comune è quella di parlarne approfonditamente un domani.