Torino, Belotti dice addio: le piste per il suo futuro

Il Gallo dice addio ai granata dopo 7 anni, su di lui è forte il Monaco.

30/06/2022

12:40

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Da domani Andrea Belotti non sarà più un giocatore del Torino, visto che il suo contratto, in scadenza alla fine di questo mese, non è stato rinnovato. Come riportato da La Stampa, il Torino del presidente Cairo ha fatto di tutto per trattenere il capitano, arrivando ad offrire un rinnovo da 3,6 milioni di euro bonus compresi. Sempre secondo il quotidiano piemontese, il Gallo avrebbe già un firmato con la sua nuova squadra, resta solo da scoprire la sua nuova destinazione. Le possibilità sono diverse, ed includono club come Milan e Napoli, ma occhio alle soluzioni di caratura minore, come ad esempio lo scatenato Monza di Galliani e Berlusconi.

torino belotti
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Torino, Belotti conteso da quattro squadre

Per Belotti si sono fatte avanti, fino ad ora, quattro squadre: Milan, Roma, Monza e Monaco. Tra queste, quella che sembra più forte sul giocatore è la squadra francese, che offrirebbe al giocatore la sicura titolarità, oltre alla possibilità di giocare da protagonista la Ligue 1 e la Champions League. Il Monaco infatti si è piazzato al terzo posto in classifica nello scorso campionato, piazzamento che gli permette di giocare i preliminari della Coppa dalle grandi orecchie.

LEGGI ANCHE: La Juventus saluta Paulo Dybala: annunciata ufficialmente la separazione

Sembrano più difficili invece le piste che vedrebbero il Gallo rimanere in Italia. Milan e Roma sono interessate alla vicenda, ma la concorrenza sarebbe alta in entrambe le squadre. Il Monza invece darebbe molte più garanzie di minutaggio (oltre ad un ottimo stipendio), ma l’ormai ex capitano del Toro vuole giocare in palcoscenici più prestigiosi dopo 7 anni passati a lottare in maglia granata. Per il giocatore si avvicina un periodo cruciale, che potrebbe dare una svolta di prestigio alla sua carriera e restaurarlo da un punto di vista mentale. Nel prossimo periodo il tutto potrà definirsi, ed il Gallo volterà definitivamente pagina dopo una lunghissima ed appassionata storia in granata.